VIDEO | Salone del libro di Torino, Detassis: “Cultura? Importante per nutrite la testa”

ROMA – “È importante questo legame con la letteratura e per il futuro è importantissimo il rapporto con gli studenti ed è qui che dobbiamo rimanere perché se perdiamo questa generazione e’ una grossa perdita culturale. A me preoccupa quello che nella nostra testa questo Covid sta producendo e produrrà, quindi dobbiamo nutrirla. Noi speriamo di farlo con il David”. Così Piera Detassis, presidente dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello, ha commentato all’Agenzia Dire l’inaugurazione della nuova collaborazione tra i David e il Salone Internazionale del Libro di Torino, diretto da Nicola Lagioia. Una unione per raccontare come il cinema, e la narrazione in genere, ci stanno accompagnando nei tempi difficili della pandemia.

“Letteratura e cinema sono sempre andati d’accordo, negli ultimi anni tuttavia l’antica relazione tra queste arti si ì rinnovata in modo sorprendente. Per il Salone Internazionale del Libro di Torino è un onore, un’opportunità e un piacere stringere una collaborazione col David di Donatello, un’istituzione che seguiamo con interesse, e a cui guardiamo da sempre con ammirazione”, ha detto Lagioia. Il primo appuntamento è con una lezione speciale di Saverio Costanzo, vincitore nel 2005 del David di Donatello come miglior regista esordiente per ‘Private’ e candidato per altri quattro premi per ‘La solitudine dei numeri primi’ e ‘Hungry Hearts’. “Ringrazio Piera Detassis e il Salone del Libro, Nicola Lagioia e Giordano Meacci per l’occasione che mi hanno dato di riflettere sul mio lavoro. Ripercorrere la storia dei propri film non è facile, spesso è un’esperienza dolorosa, se questa volta non lo è stato è grazie alla loro delicata ospitalità”, ha commentato Saverio Costanzo.

L’incontro, visibile il 5 dicembre sui canali digitali del Salone del Libro di Torino e sulla pagina Facebook dei Premi David, è focalizzato sulla suggestione del binomio ‘Interno/Esterno’ nel suo cinema e nel nostro modo di guardare il mondo. La lezione sarà introdotta da Giordano Meacci, scrittore, membro del comitato editoriale del Salone del Libro e candidato al David di Donatello per la miglior sceneggiatura per ‘Non essere cattivo’ di Claudio Caligari.

 » Continua a leggere su DIRE.IT…