Hiv, Simit: “Priorità torni ad essere la tutela dei pazienti cronici”

ROMA – ‘Uno degli effetti piu’ significativi della pandemia di Covid-19 e’ stato il sovraffollamento degli ospedali che, insieme ai rischi di contrarre l’infezione, ha interrotto trattamenti, rallentato operazioni di screening e scoraggiato visite ed esami specialistici’. E’ quanto si legge nella nota della Simit. ‘Un chiaro esempio- spiegano dalla Societa’ Italiana di Malattie Infettive- di come questi meccanismi siano stati inficiati dalla pandemia e’ costituito dall’HIV, di cui sono usciti i dati recenti proprio in occasione della Giornata Mondiale contro l’AIDS lo scorso 1 dicembre. L’HIV infatti oggi si puo’ controllare, garantendo al paziente una qualita’ di vita molto simile al resto della popolazione, e si puo’ ridurre la viremia fino ad azzerarne il rischio contagio. Restano pero’ aperte numerose questioni su cui bisogna ancora lavorare. Uno dei problemi costanti e’ dato dal ritardo della diagnosi, che spesso arriva dopo alcuni anni, talvolta quando il virus e’ gia’ diventato AIDS. Il rallentamento di test e screening nel 2020 rischia di acuire ulteriormente questo fenomeno’. Prendendo come esempio proprio l’HIV, si e’ tenuto questa mattina il Progetto Istituzionale “L’impatto della pandemia da Covid-19 sulla salute dei pazienti: l’esempio dell’HIV”, promosso da Simit Societa’ Italiana di Malattie Infettive e Tropicali, organizzato da Aristea International con il contributo non condizionante di Gilead Sciences.

All’intervento in apertura del Prof. Giovanni Rezza – Direttore Generale della Prevenzione Sanitaria, Ministero della Salute, sono seguiti i contributi della Dott.ssa Barbara Suligoi, Direttore Centro Operativo AIDS Dipartimento Malattie Infettive, ISS, del Presidente SIMIT, Dott. Marcello Tavio – della Prof.ssa Maria Alessandra Sandulli – Responsabile CesDirSan. Incentrata sull’attualita’ la prima Tavola Rotonda, politico-istituzionale moderata dal giornalista scientifico Daniel Della Seta dal titolo “Minacce globali HCV, HIV e Sars Cov-2: quale lezione trarne?” con gli interventi dell’On. Fabiola Bologna – XII Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati, dell’On. Vito De Filippo – XII Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati, della Prof.ssa Filomena Maggino – Presidente Cabina Regia Benessere Italia – Presidenza del Consiglio, dell’On. Claudio Pedrazzini – XII Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati.

PANDEMIA E RITARDI SULLE DIAGNOSI

“L’impatto piu’ significativo della pandemia e’ destinato a riversarsi su tutti gli altri malati che in questi mesi non sono riusciti a fare le cure e gli esami necessari- ha sottolineato la Prof.ssa Filomena Maggino– Queste interruzioni potrebbero generare un’altra emergenza sanitaria destinata a scoppiare non appena avremo superato l’attuale situazione in piu’ specialita’: dall’oculistica,

 » Continua a leggere su DIRE.IT…