Lo sport contro il disagio psicosociale: domani webinar ‘Crazy for Football’

calcio

Il quarto appuntamento, in diretta sulla pagina Facebook di ECOS, punterà i riflettori proprio sull’esperienza della Nazionale di calcio a 5 per persone con problemi di salute mentale.

Sport a 360 gradi, anche come opzione di intervento nella salute mentale e per incrementare le opportunita’ di socializzazione. Ecco la base dell’impegno dell’associazione European Culture and Sport Organization (ECOS), che domani torna sul web con l’incontro ‘Crazy for Football. Lo sport contro il disagio psicosociale: aspetti clinici e relazionali’. È il quarto e penultimo appuntamento del ciclo di 5 webinar ‘Vincere sul Disagio Psicosociale’, ma l’evento del 18 dicembre puntera’ i riflettori proprio sull’esperienza della Nazionale Crazy For Football di calcio a 5 per persone con problemi di salute mentale. L’evento, organizzato con il sostegno della Regione Lazio, sara’ in diretta sulla pagina Facebook di ECOS dalle 10.30 alle 12.30. “Crazy for Football e’ stata un’esperienza umana e medica di grande importanza- spiegano i promotori dell’incontro- cio’ che il webinar si propone e’ di condividerne i risultati con esperti, istituzioni e accademici per creare un dialogo finalizzato ad aprire nuove prospettive di ricerca e possibilita’ di applicazione che possano avere un impatto sociale significativo al fine di migliorare la vita delle persone che soffrono di disturbi psichici, anche in vista della riforma dello sport in corso di attuazione”. L’esperienza e’ stata selezionata come iniziativa pilota del progetto europeo ‘Sphere – Sport Healing Rehabilitation’, un programma biennale cofinanziato dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea e coordinato da ECOS, per favorire lo sport e l’attivita’ fisica nei progetti di riabilitazione psichiatrica, attraverso la definizione di un protocollo scientifico sportivo nato dalla collaborazione tra tecnici sportivi, psichiatri e accademici. L’appuntamento di domani affrontera’ tutti questi grandi temi insieme ad ospiti importanti del panorama sanitario e istituzionale, che tratteranno i diversi aspetti sociali, sportivi e soprattutto clinici che hanno caratterizzato il progetto. Oltre allo psichiatra Santo Rullo, ideatore del progetto, e a Enrico Zanchini, commissario tecnico della Nazionale Crazy for Football,

 » Continua a leggere su DIRE.IT…