Migranti, Musumeci: “A luglio arrivati in più di 7.000, Roma smetta di mostrare muscoli e faccia il suo dovere”

PALERMO – Riguardo al fenomeno immigrazione “siamo di fronte a numeri impressionanti: soltanto nel mese di luglio sono arrivati 7.067 migranti sulle coste siciliane e per quanto riguarda agosto, fino a ferragosto, siamo a oltre tremila arrivi, mentre lo scorso anno in tutto il mese gli arrivi 1.268”. Lo ha detto il presidente della regione Siciliana, Nello Musumeci, in conferenza stampa a Catania.

“Davanti a questo fenomeno il governo centrale – ha aggiunto -, invece di rispondere con atti concreti crea campi di concentramento, che loro chiamano ‘tendopoli’ o ‘baraccopoli’”.

LEGGI ANCHE: Migranti, il sindaco di Messina a Musumeci: “Guidaci alla sommossa”

“ROMA SMETTA DI MOSTRARE MUSCOLI E FACCIA SUO DOVERE”

“Faccio appello al governo centrale perché la smetta di mostrare i muscoli e faccia il proprio dovere: andremo avanti, consapevoli di essere dalla parte della ragione”. Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, in conferenza stampa a Catania, in merito alla sua ordinanza su migranti ed emergenza coronavirus che ha ricevuto uno stop da parte del ministero dell’Interno: il Viminale nelle scorse ore ha infatti sottolineato la competenza statale del tema immigrazione.

LEGGI ANCHE: Musumeci firma l’ordinanza: “Domani via i migranti dalla Sicilia”. Il Viminale: “Materia di competenza statale”

“NON VOGLIAMO SCONTRO CON ROMA MA CHIEDIAMO RISPETTO”

“Da parte nostra non c’è alcuna volontà di scontro con lo Stato, anche perché lo Stato siamo noi. Nessuna volontà di scontrarsi con il governo centrale”. Così Musumeci parlando della sua ordinanza di sgombero degli hotspot per migranti che ha ricevuto lo stop da parte del ministero dell’Interno. “Abbiamo mantenuto una condotta improntata al grande rispetto, ma dal governo centrale ci attendiamo lo stesso rispetto – ha continuato -. Ad atteggiamenti improntati ad arroganza, sufficienza, superficialità, o peggio ancora ai silenzi che servono a far perdere tempo per neutralizzare gli effetti del problema, noi rispondiamo con assoluta fermezza”.

Musumeci ha assicurato: “Nessun pregiudizio di carattere politico, abbiamo soltanto rivendicato il diritto sacrosanto di tutelare la salute dei siciliani,

 » Continua a leggere su DIRE.IT…