Tg Politico Parlamentare, edizione dell’1 giugno 2020

FESTA DELLA REPUBBLICA, MATTARELLA A CODOGNO

Festa della Repubblica all’insegna dell’unita’ per rilanciare l’Italia e contrastare il contagio da coronavirus. In occasione del 2 giugno il presidente della Repubblica Sergio Mattarella fara’ visita alla citta’ di Codogno, la citta’ funestata dalla pandemia. Qui incontrera’ le autorita’ e la comunita’ locale. In serata il Capo dello Stato sara’ all’ospedale Spallanzani, dove si terra’ un concerto in onore delle vittime del virus e del personale sanitario impegnato in questi mesi. “E’ un omaggio all’Italia che resiste, che continua a combattere e che resta unita”, dice il leader del Pd Nicola Zingaretti. In mattinata a Roma ci sara’ anche la manifestazione dei partiti di centrodestra che si ritroveranno a piazza del Popolo per dare voce alla protesta contro il governo.

ARRIVA IMMUNI, MA ATTENZIONE AL VIRUS INFORMATICO

Arriva la app Immuni, il software di tracciamento dei contatti promosso dal ministero dell’Innovazione per contrastare il contagio da Covid. Da oggi sara’ scaricabile dagli store di Apple e Google; dal 3 giugno partira’ la sperimentazione in Puglia, Abruzzo, Marche e Liguria. Semplice il funzionamento: la persona positiva puo’ segnalare il suo stato nell’app. In questo modo è possibile allertare i cittadini che siano entrati in contatto con lei per chiedergli di auto-isolarsi. Prima ancora della app anti virus, nella galassia web e’ comparso il virus anti app. Si chiama immuni.exe, infatti, il file infetto che viaggia da giorni sui pc di tutto il mondo. Veicolato da una falsa email, si appoggia su un sito clonato e si basa su un virus che ‘prende in ostaggio’ pc o smartphone e poi chiede un riscatto.

ALLARME TRASPORTI, CNA: UN’AZIENDA SU QUATTRO A RISCHIO CHIUSURA

Tra i tanti settori produttivi in crisi a causa della pandemia c’è quello del trasporto gestito da taxi, auto con conducente e autobus. L’allarme arriva dalla Cna, per la quale “queste imprese sono allo stremo. Servono rapidi e tangibili interventi, altrimenti entro settembre il comparto perdera’ almeno un quarto delle aziende”.

 » Continua a leggere su DIRE.IT…