I sindacati a Azzolina: “Inconcludente, ci usa per coprire i suoi limiti”

AGI – Si sono visti accusati di ‘sabotaggio’ i sindacati della scuola, appena due giorni dopo essersi seduti al tavolo di viale Trastevere, per costruire insieme il ritorno in classe. E hanno quindi replicato con parole durissime.

Al centro della polemica l’intervista della ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, a Repubblica, in cui l’atteggiamento dei rappresentanti dei lavoratori è stato criticato. Il leitmotiv delle risposte, allora, non è stato tenero: un tentativo – lo hanno definito – di “distrazione dai limiti sempre più evidenti della sua gestione” ministeriale, agitando il “mostro del sindacato cattivo”.

La Cgil: accuse offensive e polemiche inutili

A ribattere alla titolare dell’Istruzione nei termini più duri è la Cgil Scuola, per bocca del suo segretario generale, Francesco Sinopoli, che la taccia di “accuse gratuite, infondate e offensive”. In un intervento a RaiNews24, Sinopoli sottolinea i ritardi della gestione dell’Esecutivo: “Bisognava muoversi con anticipo – aggiunge -. Noi abbiamo spiegato già dal mese di aprile che per r

 » Continua a leggere su AGI.IT…