Da Recalcati a Tokarczuk, al via mercoledì Pordenonelegge 2020

Centoquarantuno appuntamenti e oltre 250 protagonisti, italiani e stranieri – oltre 200 in presenza – per leggere il nostro tempo con le storie dei grandi autori e divulgatori. E’ tutto pronto per la 21esima edizione di Pordenonelegge, la festa del libro che si svolgerà da mercoledì a domenica. L’inaugurazione è affidata al saggista e psicanalista, Massimo Recalcati, che terrà una lezione sul tema della ‘Fratellanza’ (mercoledì 16 al Teatro Verdi, ore 18.30). Grande protagonista, in presenza, sarà Olga Tokarczuk, che verrà insignita sabato 19 settembre del Premio FrulAdria ‘La storia in un romanzo’ 2020.

Saranno una trentina le anteprime e novità editoriali a Pordenonelegge, e fra i protagonisti del festival ci saranno grandissimi autori internazionali come Nick Hornby, atteso in video collegamento domenica 20 settembre per la presentazione del nuovo romanzo ‘Proprio come te’, e come Christopher Wylie, l’informatico che in anteprima racconterà come ha creato e poi distrutto Cambridge Analytica, condizionando i destini del mondo. E ci saranno anche Jim Al Khalili, Joseph Stiglitz, Delphine de Vigan, Julia Phillips, Amy Hempel, David Quammen, Michael Palin. Fra gli autori italiani, con le loro novità, sono attesi Antonio Scurati, Susanna Tamaro, Maurizio Molinari, Aldo Cazzullo, Chiara Valerio, Gianrico Carofiglio, Corrado Augias, Beppe Severgnini, Federica Manzon, Flavio Caroli, Andrea Segrè, Annamaria Testa, Rita Dalla Chiesa, Marco Bianchi, Flavio Caroli, Damiano Carrara, Riccardo Bocca. Grandi protagonisti del festival saranno anche, fra gli altri, Francesco Piccolo, Paolo Giordano, Donatella Di Cesare, Mauro Corona, Veit Heinichen, Tullio Avoledo, Ilaria Tuti, Paolo Rumiz, Massimo Carlotto, Matteo Bussola, Loriano Macchiavelli, Antonio Forcellino.

Pordenonelegge esplorerà l’attualità con Federico Rampini, Gennaro Sangiuliano, Gian Carlo Caselli, Oscar Di Montigny, Leonardo Becchetti, Francesco De Filippo, Paola Deffendi e Claudio Regeni e coltiverà visioni di futuro attraverso l’innovativo progetto “E poi?” di Andrea Segrè e Ilaria Pertot, che coinvolgera’ i lettori nella scrittura collettiva di un “finale”. Al Festival, ancora, la prima edizione del nuovo Premio Letterario Regione Friuli Venezia Giulia assegnato a Valerio Massimo Manfredi, e l’anteprima del Premio Umberto Saba Poesia che nasce a Trieste: e come sempre la poesia sarà un festival nel festival con tanti protagonisti e novità editoriali,

 » Continua a leggere su DIRE.IT…