Coronavirus, Speranza: “Riapertura scuole può accrescere contagio. Su quarantena decidono scienziati”

“Non siamo in una fase di rischio zero, si tratta di abbassarlo il più possibile”, sottolinea Speranza

ROMA – “Non esiste una scelta che azzera il rischio. La riapertura delle scuole comporta naturalmente un aumento dei rischi. Rimettere in moto qualcosa come 10 milioni di persone ha evidentemente un impatto sulla possibilità che il contagio possa accrescersi. Tutto quello che stiamo facendo serve per abbassare il rischio, sapendo che non c’è la bacchetta magica”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza a margine della conferenza stampa a Bari sulla sanità pugliese a cui ha preso parte anche il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Crisanti: “La febbre si sarebbe dovuta misurare a scuola. E soglia va abbassata a 37”

Il ministro ha evidenziato che “siamo intanto l’unico Paese” ad aver scelto di far sottoporre volontariamente a test sierologico il corpo docente e scolastico. “Nessuno di noi ha un miracolo – ha sottolineato – non basta un’ordinanza del presidente, del ministro per dire abbiamo risolto tutti i problemi. Noi stiamo mettendo in campo però, tutti gli strumenti possibili volti ad abbassare il rischio e ogni volta che un insegnante fa un sierologico ci dà una mano ad abbassare quel rischio”.

“Ogni volta che si fa una scelta sul territorio per esempio, di chiusura perché semmai c’è una particolare difficoltà, si fa qualcosa che ci aiuta ad abbassare il rischio. Ogni volta che si fa un tampone ad una persona che viene da un Paese a rischio si prova ad abbassare la possibilità del contagio”, ha proseguito Speranza.

“Noi ci muoviamo in questa logica e alle persone dobbiamo dirlo con la massima serenità: non siamo in una fase di rischio zero, il rischio zero non esiste e chi pensa che possiamo avere il rischio zero e vuole in qualche modo tergiversare e dirci qualcosa che non è nella verità: qui si tratta di abbassare il più possibile il rischio ricordate sempre che la chiave essenziale sono i comportamenti delle persone”.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Sileri: “Quarantena 7 giorni e tampone, è compromesso possibile”

“SU TEMPI QUARANTENA COVID VALUTAZIONE SCIENZIATI”

Sulla possibilità di abbassare il numero dei giorni di quarantena,

 » Continua a leggere su DIRE.IT…