VIDEO | 25 anni del Mei, Sangiorgi: “Una certezza in un periodo complicato”

“L’80% del settore è fermo, molti stanno chiudendo, orchestre, club”. Ma dal 2 al 4 ottobre a Faenza appuntamento con la 25esima edizione del Mei, il Meeting Etichette Indipendenti

ROMA – Una certezza in un periodo complicato per il mondo della musica, soprattutto quella dal vivo. È il Mei-Meeting Etichette Indipendenti, la più importante rassegna della musica indipendente italiana, che si svolgerà dal 2 al 4 ottobre a Faenza. Una certezza “in un periodo complicato per il settore, di non ripartenza per circa 80% settore“, ha confermato all’agenzia Dire Giordano Sangiorgi, patron e anima del Mei.

Come sempre, la rassegna metterà insieme grandi nomi del mondo della musica, ed altri meno. L’apertura venerdì 2 ottobre, in piazza del Popolo, sarà dedicata ad un omaggio al maestro Castellina per il centenario della sua nascita, con l’Orchestra Castellina-Pasi che presenterà al pubblico i successi.

LEGGI ANCHE: Piero Pelù e Tosca al Mei ‘anno zero’, a Faenza dal 2 ottobre

Il giorno dopo Piero Pelù ritirerà un Premio per i suoi 40 anni di carriera e terrà uno speciale concerto in acustico in piazza del Popolo. Contemporaneamente Tosca, che invece riceverà il Premio Nilla Pizzi come miglior artista in gara al 70esimo Festival di Sanremo, si esibirà in concerto al Teatro Masini.

E poi il 4 ottobre un altro pezzo di storia dei Litfiba, Gianni Maroccolo, sarà premiato per i suoi 40 anni di carriera. Ad accompagnarlo in concerto in piazza del Popolo, ci sara’ Stefano ‘Edda’ Rampoldi, con cui ha inciso l’album ‘Noio.

Sul palco di piazza del Popolo, sempre domenica, salirà anche Omar Pedrini, che riceverà la Targa per i 25 anni di ‘2020 Speedball’, quinto album dei Timoria.

Special guest “un nostro artista, Antonio Piretti Toz, che sta facendo un’impresa: sta girando in bicicletta l’Europa, fermandosi dove lo fanno suonare- ha detto ancora Sangiorgi-. Per il 99% il cartellone del Mei è formato da artisti sconosciuti. Nel 2007 ha esordito al Mei con un EP autoprodotto Diodato.

 » Continua a leggere su DIRE.IT…