Farmacisti ospedalieri, storie di prima linea durante l’emergenza

ROMA – Mesi di lavoro in prima linea, lunghissime giornate trascorse a gestire un’emergenza mai vista, all’interno di ospedali mobilitati, tra personale sanitario e pazienti: come si può raccontare l’inaspettato carico di lavoro portato dalla gestione della pandemia, intriso di paura e responsabilità? Come è possibile che i farmacisti del SSN possano lasciare una traccia della loro presenza nella lotta al COVID.19? Per richiamare l’importanza della condivisione professionale ed esperienziale, affinché non vada persa l’immensa quantità e qualità di “vissuto” di questi mesi, la Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei servizi farmaceutici delle Aziende Sanitarie (SIFO) ha deciso di partecipare attivamente a “R-ESISTERE. Respiro, ricordo, racconto”, un progetto di Medicina Narrativa a carattere nazionale e di lunga durata, che la Società Italiana di Medicina Narrativa (SIMeN) ha elaborato con lo scopo di raccogliere esperienze personali degli operatori sanitari al tempo dell’emergenza. Il Progetto prevede di raccogliere online (https://www.resistere.medicinanarrativa.it/), documentare e analizzare i dati qualitativi espressi dalle testimonianze dirette, estrapolati dalle storie secondo le metodologie della Medicina Narrativa.

LA COLLABORAZIONE TRA SIFO e SIMeN E IL PROGETTO R-ESISTERE

La SIMeN è la società scientifica che dal 2009 promuove in Italia il dibattito e la ricerca scientifica sulla Medicina Narrativa (Narrative Based Medicine-NBM), costituendo un polo scientifico nazionale che si avvale della collaborazione di clinici, accademici, esponenti della sanità pubblica e business schools in campo sanitario per essere riferimento delle diverse iniziative di settore. Il suo progetto R-ESISTERE è partito nei giorni scorsi e ha subito raccolto la collaborazione di SIFO, che lo ha patrocinato; SIFO è già attiva da alcuni anni in fatto di narrazione sin dal 2015 con il progetto di “farmacia narrativa”, dedicato ai pazienti dell’ambulatorio per la Sclerosi Multipla (SM) del Policlinico di Bari. R-ESISTERE non è il primo atto della collaborazione tra SIFO e SIMeN: proprio il progetto sulla SM era già stato presentato congiuntamente (il 7 giugno 2018 – Museo delle Arti Sanitarie e Farmacia Storica degli Incurabili di Napoli, Giornate di Farmacia Narrativa: focus su Sclerosi Multipla): obiettivo dell’evento era proprio il riconoscimento del valore delle “narrazioni”, integrate ai principi della medicina basata sulle prove scientifiche, come strumento utile non solo per l’incontro tra medico e paziente, ma anche per l’incontro del farmacista con gli altri professionisti della salute.

 » Continua a leggere su DIRE.IT…